Perché l’Osteopata lavora con la salute

Perché l’Osteopata lavora con la salute

postato in: Approfondimenti | 0

Nei suoi scritti A.T Still, fondatore della medicina osteopatica, si pone spesso delle problematiche di tipo metodologico, cioè qual è il compito del medico. Una sua frase famosa è: “L’obiettivo del medico deve essere quello di trovare la salute. Tutti sono capaci di trovare la malattia”.

Se il compito del medico osteopata è ricercare la salute, ci dobbiamo porre il problema di che cos’è la salute, e dobbiamo definire cos’è la salute. Cos’è, da dove arriva?

Per aiutarci possiamo fare riferimento a due articoli usciti recentemente il primo è un editoriale comparso sulla rivista Lancet nel 2009 (1), il secondo comparso sul BMJ. Per entrambi gli autori oggi la salute può essere definita come la capacità di adattarsi all’AMBIENTE circostante. Questo concetto supera la definizione data dall’OMS dove la salute è lo stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non solo assenza di malattia, che pertanto può essere considerata Obsoleta. Se pertanto, in accordo con la definizione di Laurence Wylie, possiamo vedere la salute come “l’adattamento perfetto e continuo di un organismo al suo ambiente”, la chiave “adattativa” introduce altresì il concetto di Equilibrio: la salute non è dunque uno “stato“ ma una condizione dinamica di equilibrio, fondata sulla capacità del soggetto di interagire con l’ambiente in modo positivo, pur nel continuo modificarsi della realtà circostante.

Secondo questo nuovo principio come lavora l’osteopata?

Secondo l’osteopatia il processo terapeutico, il processo di guarigione è sempre presente assolutamente spontaneo, come operatori noi dobbiamo mettere in condizione il sistema perché si avvii un processo spontaneo, questa è l’essenza di quello che andiamo a fare. L’osteopatia lavora sulla mobilità che può essere di tipo macroscopico, ad esempio quella delle articolazioni che si muovono o non si muovono, o mobilità microscopica (i movimenti inerenti del corpo).

Lo scopo è quello di far funzionare il sistema corpo umano come un’orchestra, dove ogni sistema (muscolare, scheletrico, nervoso, ecc.), ogni organo, ogni componente, lavori in sincronia e in armonia con le altri parti del corpo. Per questo motivo l’osteopata può lavorare in collaborazione con varie figure professionali (ad esempio medici, psicologi, dentisti, fisioterapisti) e con diverse tipologie di pazienti (bambini, adulti, anziani, donne in gravidanza) su patologie croniche e non.

“Esistono molte malattie, ma esiste un unico stato di salute. La qualità della salute è unica, sempre la stessa, che io sia sano o che lo sia tu, la sensazione è sempre la medesima”. Osho

(1) Anonymous. What is health? The ability to adapt. [Free for registred user]. Lancet 2009; 373: 781.

(2) Machteld Huber et al. How should we define health? BMJ 2011;343:d4163

(3) Vincenzo Cozzolino. Futura Festival. Cercare la salute tutti sanno trovare la malattia.

Lascia un commento